cuore di luce

La rete - parte seconda

L’aiuto che potete dare a voi stessi e agli altri dipende esclusivamente dalla natura dei collegamenti alimentati dalle emozioni, dai pensieri, dalle parole e dalle azioni.

Questo insieme di elementi a prima vista così eterogenei in realtà è collegato da un’unica matrice, da un’unica fonte: voi e la vostra appartenenza al mondo materiale e al mondo spirituale.

Questa fonte ha al suo interno la storia del vostro percorso, la cronistoria della vostra evoluzione e permette, attraverso la rete di connessioni, di rendervi più o meno liberi proprio da questa.

Ma non è la rete che blocca, il suo compito è di riallineare, di connettersi con tutti i suoi punti anche con quelli più lontani.

Il suo compito è di riattivare le connessioni, di allargare il suo fluire, di ricevere e dare stimoli, di creare e dare sempre più spazio.

Non va vissuta né come una prigione né come qualcosa di statico, se ci sono blocchi questi non dipendono dalla rete ma solo ed unicamente da voi.

Occorre dunque realizzare una mappatura della vita, organizzarla consapevolmente, motivarla, cercando di entrare nelle profondità di tutte le connessioni.

Nel far questo, vi riappropriate della vita e del suo scopo.

Non lo considerate banale, è e sarà un’esperienza unica, meravigliosa che vi condurrà alle porte del tempo e dello spazio, che vi permetterà di essere di aiuto a voi stessi e agli altri.

Nell’eseguire questa mappa vi interconnetterete consapevolmente ma anche inconsapevolmente con una parte fino ad ora tenuta latente.

Nell’approfondire i legami e tutte le altre connessioni stimolerete la rete a riattivare tutti i passaggi, a renderli liberi.

Permettete ciò e scoprirete che il fluire nella rete è ben più redditizio e che le vostre azioni consapevoli rimarranno libere senza più condizionamenti.

Con Amore,

J.

17 giugno 2010

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento