cuore di luce

La ricerca interiore

La ricerca interiore comporta effettuare un compito gravoso che porta alla luce le nostre parti più interiori e profonde.
Sono anche le parti più nascoste e come tali sono un bacino di tutte le nostre paure più recondite.
La ricerca per trovare se stessi non solo è lunga ma anche piena di sofferenza.
Ognuno di noi ha accumulato nel tempo ogni sorta di paure, di timori, di rancori anche inespressi ma che si sono via via sedimentati nella nostra coscienza, nelle nostre cellule e nelle nostre menti.
Tale ripulitura comporta un aggravio di energia che molto spesso poche persone sono in grado di applicare, sempre e soltanto per via dei timori e delle paure pregresse che derivano anche da esperienze vissute in altri corpi.
L’anima è un patrimonio di ricordi ed in ogni vita ognuno di noi ha sperimentato qualcosa e questo qualcosa è rimasto, mattoncino dopo mattoncino ha costruito ciò che siamo oggi.
A questo si aggiungono le esperienze anche delle altre persone/anime con cui siamo venuti in contatto.
E’ una ragnatela di contatti, di emozioni, di sentimenti e di esperienze e come tali sono le strutture di noi oggi.
Il percorso per la piena conoscenza di noi stessi deve trascendere e superare tali pseudo “difficoltà” per arrivare all’interezza con il Tutto.
Gli stadi affinché questo succeda sono e sempre saranno, la piena accettazione di ciò che realmente siamo, non esistono più maschere, siamo nudi di fronte a Dio, completamente spogli di tutto, siamo soltanto esseri che stanno facendo un percorso e come tali abbiamo la piena fiducia ed accettazione del nostro Creatore.
Quindi di conseguenza se è Dio stesso e nostro padre ad avere in noi la piena fiducia, la piena considerazione e la piena accettazione, perché noi non dovremmo averla anche di noi stessi?
Accettarsi per come siamo, per come Dio ci ha creato è la base principale per partire. E’ lo step iniziale.
Applicando questa legge divina saremo in grado di superare le barriere che solo noi abbiamo creato.
Dio ci osserva e ci accetta amandoci per come siamo. L’uomo deve quindi rassegnarsi, non deve continuare a lottare contro se stesso.
Indirizzate le vostre energie alla piena e completa accettazione del vostro essere, Dio vi ama per come siete, non per quello che vorreste essere, Lui non ha timori, sprofondate nell’amore divino, sentitevi parte integrante di un mondo e di un sistema da Lui governato.
Non siete qui per caso, ma siete qui per sperimentare la gioia e l’amore che Dio ha per voi, donandovi la vita.
Pensate a questo miracolo: la vita.
Con i vostri timori e con le vostre paure voi vi state allontanando dalla vita stessa e quindi vi state allontanando dall’amore divino, da vostra Madre e da vostro Padre.
Perché tutto ciò?
Correggete il vostro cammino e apritevi alla fiducia che Dio vi riserva, tale azione vi permetterà di aprirvi al vostro vero io, che è fonte unicamente di amore, perché così è stato creato.
L’amore guarirà tutte le ferite e spezzerà definitivamente tutte le catene che ancora soggiogano il vostro cuore.
Fatevi trasportare dalla corrente cosmica universale verso la Luce divina, cogliete la bellezza, il suono e l’amore.
Vibrate di tali sensazioni, lì sta il segreto per amarvi senza condizioni e senza pregiudizi.
L’amore è una potenza che fluirà all’interno di voi stessi.
 Lasciatelo scorrere liberamente attraverso i vostri organi, attraverso le vostre cellule, attraverso i vostri pensieri.
Quando l’accettazione sarà totale allora vibrerete in armonia con il Tutto e  capirete come è semplice tutto ciò.
La piena e completa accettazione di se stessi farà sì che anche gli altri ne beneficeranno, infatti saranno investiti da tale potenza e non potranno fare nulla per fermare tutto ciò, sarà un dilagare di amore puro e come tale resterà per sempre nei vostri cuori e nella vostra coscienza.

I Commenti sono chiusi