cuore di luce

Il “sentire”

L’attività del “sentire” racchiude una moltitudine di nuovi mondi inesplorati, di nuove sensazioni che sono sottratte dalla mente vigile.
Questo universo parallelo è in realtà più vicino di quanto pensiate, c’è già, va solo trovato e in questa ricerca va riconosciuto e attivato.
E’ una pienezza di immagini e sensazioni che colpisce in pieno la mente che è costretta ad arretrare, mentre il “sentire” si affaccia e inizia a prendere degnamente il posto che gli spetta.
E’ un diritto dell’anima e dell’uomo.
E’ una valvola piena di ossigeno, non è più illusione ma realtà, vera e propria.
E’ una goccia salvifica, è il sale della vita.
Nessuno non “sente”, tutti “sentono”, è un’attività libera e gratuita a cui tutti possono affacciarsi e utilizzarla.
Nel “sentire” cambia il modo di vedere ciò che succede intorno, cambia la prospettiva, e questo arricchimento, perché di questo si tratta, è fondamentale per l’uomo ed il suo percorso.
Ogni forma “sentita” è vissuta in modo diverso, è percepita in maniera diversa, ogni attività posta in essere assume una dinamica completamente diversa.
Lasciate che il “sentire” pervada interamente il vostro corpo, la vostra mente e aprite l’anima a queste  nuove e meravigliose sensazioni.
J.
15 ottobre 2009

I Commenti sono chiusi