cuore di luce

La comunione dell’anima

L’anima vive la sua vita, la sua storia, il suo percorso, essa non dipende che dalla Luce stessa e come tale ne è completamente assorbita.
Questo vale per tutte, nessuna esclusa.
Detto questo, l’uomo che soggiace a questa incomincia a farne parte, a farsi pervadere dalla Luce, è un lento peregrinare, atto a mutare il suo percorso in questa vita.
Ogni piccola Luce entra così nelle tenebre della vita e rischiara al suo passaggio, rischiara sempre e senza nessuna eccezione, spetta dunque all’uomo accorgersi di queste piccole fiammelle, farsi incontro a queste, accoglierle nel bel mezzo della vita stessa.
E un lento ricordo riaffiorerà in voi, comincerete a persuadervi di questo, a sentire e ad apprezzare “cose” nuove, ne sentirete l’importanza e l’unicità, ne capirete il messaggio che portano, riaffronterete la vita in misura e in modo diverso da prima.
Ma l’anima ha anche altre richieste e solo voi, nella vostra forma fisica, potete soddisfare.
Ciascuno di voi è chiamato anche a questo, a riprogrammare i propri pensieri, la propria immagine interiore, la propria vita.
Bisogna però che siate decisi, l’incertezza non paga, occorrono nuovi e solidi pensieri, occorre nuova linfa nel vostro corpo, occorre una determinazione così decisa e forte che all’inizio ve ne stupirete, ma quando ciò succede la strada è stata imboccata e si può andare solo avanti.
Ma ricordatevi che solo l’unione della volontà dell’anima, della volontà della mente e della volontà del corpo permette la prosecuzione.
Capite bene le mie parole perché vi saranno di aiuto quando questa unione vacillerà, quando anche la determinazione lascerà spazio al dubbio, quando non affronterete la vostra vita con coraggio e amore.
Lottate con tutte le vostre forze affinché capiate chi siete e dove volete andare.
Con amore,
J.
10 gennaio 2009

I Commenti sono chiusi